INFORMATION

06.Jul.2021

DISCOVER JAPAN

Fotografia pubblica in Giappone

Vivendo in Giappone e visitando luoghi, partecipando a eventi, ecc.
Ho imparato che molti posti in Giappone limitano la quantità di foto che possono essere scattate o le vietano completamente.

Il mio primo incontro di questo caso è stato quando sono andato al caffè Square Enix, che vendeva prodotti e aveva articoli sul menu che si basano sui loro popolari titoli di gioco sviluppati da Square Enix. Mentre ero lì con gli amici, ci è stato detto che ci sarà permesso di scattare foto in certi periodi e che saremo avvisati dallo staff. Quando è arrivato il momento, ci è stato permesso di fotografare solo le bevande e i piatti che abbiamo ordinato e non i dintorni del caffè. Eravamo scioccati, ma abbiamo pensato che il caffè avesse pochi oggetti esclusivi e volevamo conservare l’esperienza solo per chi lo visitava e come tale non ci era permesso scattare foto.

Il secondo incontro per me è stato per me più comprensibile, che è stato quello delle foto in palestra.
La maggior parte delle palestre sono piuttosto piccole e le persone che le frequentano non vogliono essere disturbate o che la loro privacy venga invasa durante l’allenamento, quindi non mi ha dato fastidio.
Se non altro ho abbracciato l’idea e ho pensato che fosse un bene che le persone si concentrassero sul fare quello che sono venute a fare invece di fotografare se stesse o gli altri in palestra.

A parte gli esempi citati, ci sono stati molti luoghi in cui mi è stato detto che la fotografia è proibita, sia che si tratti di mostre, eventi di videogiochi, musei, e in poche occasioni solo di filmare mentre cammino per le strade.
Ho anche sentito di casi in cui le persone sono state fermate dalla polizia per aver filmato persone per strada mentre camminavano, non sono state arrestate e non è stato un crimine grave.
Tuttavia, hanno ricevuto un avvertimento e gli è stato consigliato di evitare di filmare per strada o di scattare foto alle persone solo perché alcuni in Giappone ritengono che si tratti di un’invasione della loro privacy.
Ho avuto un’esperienza simile al Tokyo Game Show. Mentre cercavo di registrare alcuni dei filmati del gioco, rivelare i trailer, ecc., la sicurezza si è presentata affermando che si trattava di una violazione dei diritti di copia e mi è stato chiesto di cancellare il filmato prima di spegnere la mia videocamera. Il che mi è sembrato un po’ irrazionale, visto che i trailer sono stati ripresi da molte persone della stampa e da altri partecipanti all’evento ed è un buon modo per ottenere più pubblicità per gli sviluppatori per promuovere i loro prodotti.

Detto questo, il Giappone rimane ancora molto tradizionale nella maggior parte del suo approccio commerciale. Per non parlare delle recenti fughe di dati, dei rimorchi o, in alcuni rari casi, del prodotto reale prima della data prevista.
Un altro punto importante che dovrei menzionare è che se state caricando video/foto scattate su sns in Giappone per uso personale o professionale, allora si consiglia di censurare o offuscare i volti di persone che non conoscete dalle foto per evitare potenziali problemi in futuro (a meno che non abbiate già acquisito il loro permesso).
Questo non vuol dire che la fotografia in Giappone in generale sia proibita, semmai è il contrario.
Con l’avvicinarsi delle Olimpiadi, il Giappone sta cercando di promuovere il Paese e di diffondere la sua immagine nel resto del mondo, mentre cerca di essere più accogliente nei confronti delle altre culture. Ci sono molte persone che approfittano dell’ascesa di internet e di come può essere facile iniziare a fare vlogging se si trova il tempo. Alcuni blogger sono giapponesi e stanno realizzando video per gli spettatori d’oltreoceano.
Altri blogger condividono video sul loro viaggio o sulla loro nuova vita in Giappone e danno consigli su come vivere/visitare il Giappone a persone del loro paese o regione in qualsiasi parte del mondo. Tuttavia, è comunque meglio stare in allerta quando si registra e chiedere in anticipo se è permesso scattare foto o video solo per essere sicuri ed evitare potenziali problemi, evitando anche di fare cose che potrebbero essere considerate offensive.
I luoghi turistici più popolari come templi/storie, strade affollate/popolari (come Shibuya crossing, Harajuku o Kabukicho a Shinjuku), ristoranti, ecc. tendono ad essere luoghi sicuri e la maggior parte di essi permette di scattare foto/video, alcune persone potrebbero anche provare a partecipare allo scatto, specialmente se si tratta di una foto di gruppo.

Con questo concludo questo blog, spero che lo troviate utile.

top